TECARTERAPIA

La tecarterapia, è un dispositivo elettromedicale che sfrutta correnti ad alta frequenza per generare calore e biostimolazione dei tessuti corporei,per trattare le patologie del sistema muscoloscheletrico e le patologie del sistema nervoso periferico.

COS’E’ E COME FUNZIONA?

La tecarterapia sfrutta quattro grandezze fisiche: energia ceduta, potenza, frequenza, forma d’onda. Queste verranno impostate a seconda delle patologie da trattare e alcune dipendono dalla qualità dello strumento utilizzato.
La tecarterapia, trasferisce energia ai tessuti senza somministrazione radiante dall’esterno, ma inducendo all’interno dei tessuti correnti di spostamento attraverso il movimento alternato delle cariche elettriche naturali, presenti nel nostro corpo sotto forma di ioni.
Il altre parole il calore che si genera è endogeno, creato all’interno del tessuto (non come ad esempio l’applicazione di una borsa d’acqua calda che mi scalda la parte).
La tecarterapia prevede due modalità applicative: resistivo e capacitivo.
La modalità di trattamento capacitivo, rilascia più energia nei primi strati sotto l’elettrodo; la modalità di trattamento resistivo, rilascia più energia sulle interfacce alta-bassa impedenza.
Il fisioterapista specializzato, tratterà le varie strutture muscoloscheletriche con la modalità di trattamento più idonea alla patologia da curare.

COME AGISCE

Gli effetti della tecarterapia sono:

Chimico: polarizzazione della membrana cellulare (in uno stato infiammatorio la membrana cellulare tende ad alterare la sua polarità, quindi si rendono complicati gli scambi intracellulari ed extracellulari, la tecarterapia  facilita questi scambi normalizzando la polarità della membrana cellulare);

Termico: iperemia locale;

Meccanico: vasodilatazione dei tessuti e di stimolazione attraverso l’elettrodo che si passa sulla superficie cutanea.

Questi tre effetti attivano processi riparativi e antinfiammatori.
La tecarterapia  quindi accelera la riparazione del danno tissutale, riduce il dolore e i tempi di guarigione .
E’ indicata nel trattamento di distorsioni, contusioni, tendiniti, borsiti, stiramenti, strappi muscolari, contratture, cervicalgia, epicondilite, lombalgia, sciatalgia, pubalgia, fascite plantare, edemi, artrosi e nei vari programmi di riabilitazione post-chirurgica.

OPPURE RIEMPI IL FORM SOTTOSTANTE

Privacy Policy

15 + 5 =