Onde D’urto

Le onde d’urto hanno un effetto antiflogistico legato alla rimozione dell’infiammazione e inducono una riduzione e scomparsa del dolore.

Le indicazioni più comuni sono: tendinopatie croniche, tendinopatie calcifiche spalla, fasciti plantari, spina calcaneare superiore e inferiore, borsite, trocanteriti, epicondilite e epitrocleite, tendinopatie achillea e rotulea, dolore miofasciale, cellulite.

COS’È E COME FUNZIONA?

L’onda d’urto radiale è un dispositivo elettromedicale che utilizza mediante appositi generatori onde pressorie acustiche.

Per comprendere meglio come è realizzato un apparato di onda d’urto, si può pensare ad una pistola in cui il proiettile è  mosso dall’energia generata da un compressore. Alla fine della pistola si trova un applicatore su cui batte il proiettile determinando un piccolo spostamento dell’applicatore stesso. Il movimento dell’applicatore genera l’onda pressoria.

Pensa a cosa succede quando si getta un sasso nell’acqua ferma di un lago. Si generano onde circolari ovvero onde radiali.

Questo tipo di onde si generano con i dispositivi di onde d’urto radiali o balistiche. L’onda pressoria generata dall’onda d’urto radiale, può raggiungere intensità massime di 20 kg per ogni centimetro quadro e la velocità di formazione del picco dell’onda è di 3 microsecondi.

Le onde d’urto radiali sono quelle più diffuse per il trattamento delle più comuni affezioni muscoloscheletriche.

L’utilità  di questo mezzo fisico è data dalle capacità e aggiornamento del fisioterapista che la utilizza e dalla integrazione terapeutica con altre terapie: manuali e strumentali, come laserterapia e tecarterapia.

 

OPPURE RIEMPI IL FORM SOTTOSTANTE

Privacy Policy

8 + 10 =